OSPEDALE PSICHIATRICO DI TERAMO Storia dell'Assistenza Sanitaria Locale
OSPEDALE PSICHIATRICO DI TERAMOStoria dell'Assistenza Sanitaria Locale

VILLE SBERTOLI (PISTOIA)

di Valerio Fanelli

 

L’ex Ospedale Psichiatrico di Pistoia Ville Sbertoli prende il nome dal suo fondatore, il medico Agostino Sbertoli. 
Questi, arricchito dall’esperienza professionale nell’Ospedale Psichiatrico di Pesaro, donò una villa di sua proprietà per fondare una casa di cura per malattie psichiche, dopo la morte del figlio «malato di mente», che invano tentò personalmente di curare.

Il Manicomio venne quindi aperto nel 1868. La villa, posta su di una collina e dotata di un ampio giardino, fu considerata il posto ideale per la cura di persone affette da disturbi mentali. 
A causa del rapido incremento del numero dei ricoveri, si dovettero ampliare gli spazi e venne acquistata una serie di piccole ville limitrofe, in maniera tale che il complesso rappresentò un vero e proprio villaggio.
Agostino Sbertoli morì nel 1898 e fu suo figlio Nino a prendere in mano la gestione della struttura. Nel 1920 la cedette a terzi e nel 1950 divenne proprietà della ASL. La legge Basaglia del 1978 spinse la struttura gradualmente alla chiusura.
Il settore più antico e più bello è la Villa del Mezzogiorno, così denominata per la sua posizione rivolta a sud, visibile in lontananza in cima ad un colle. 
Alcune strutture successivamente furono recuperate e adibite a polo universitario, assieme ad altre funzioni. Oggi l'intero complesso versa in stato di abbandono.

Ospedale Psichiatrico di Teramo

Sant'Antonio Abate

Via Aurelio Saliceti, 16

64100 Teramo

info@ospedalepsichiatrico.it

PATROCINIO

Regione Abruzzo

Comune di Teramo

Curia Vescovile di Teramo-Atri

ASL di Teramo

Istituto Zooprofilattico di Teramo

Università degli Studi di Teramo

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Antonella Cicioni, Nicola D'Anselmo, Anna De Carolis, Roberto Di Donato, Valerio Fanelli, Luigi Ippoliti, Fabrizio Primoli - Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione dei testi e delle immagini è consentita solo previa citazione.